Per favore, ruota il tuo smartphone.

19th Ave New York, NY 95822, USA

Codice Etico

CODICE ETICO

1.1. Il presente Codice Etico (il “Codice”) ha la funzione di disciplinare sia le relazioni tra la Eight Twenty S.r.l. (da ora in poi la “Società” o “Eight Twenty”) e terzi (restando dunque inteso che il Codice riguarda tutti i soggetti legittimati a rappresentare la Società nei rapporti con terzi), sia tra i soggetti che a qualunque titolo (in modo esemplificativo ma non esaustivo, contratto di lavoro, di consulenza di agenzia ecc.) svolgano qualunque tipo di attività per conto della Società. Il Codice ha inoltre la funzione di definire i rapporti interni tra dipendenti.

1.2. Tale codice parte dal presupposto della estrema complessità dell’apparato normativo applicabile, fattore che deve indurre la Società e i soggetti che operano a favore di quest’ultima, non solo ad adottare il massimo livello di diligenza nel rispetto delle norme vigenti, ma ad osservare delle regole di comportamento che riteniamo rappresentino il presupposto per garantire non solo la legalità, ma anche la correttezza e buona fede nell’ambito dello svolgimento dell’attività d’impresa. Data la delicatezza delle attività svolte dalla Società, rileviamo come il rispetto delle norme di sicurezza rappresenti fattore imprescindibile che deve caratterizzare l’attività della Società.

1.3. Il Codice si inserisce anche nel quadro dell’attuazione delle previsioni del decreto legislativo 8 giugno 2001, n° 231 (da ora in poi “il Decreto”), dettando i principi generali di gestione, vigilanza e controllo cui i modelli di organizzazione devono ispirarsi, disciplinando altresì casi e comportamenti specifici per la Società.

1.4. Al riguardo si rimanda al Modello Organizzativo atto a prevenire la violazione dei principi di legalità, trasparenza, correttezza e lealtà da parte dei “soggetti in posizione apicale” e dei propri dipendenti e collaboratori.

1.5. Al predetto Modello Organizzativo si rimanda anche per quanto concerne i reati presupposto indicati nel Decreto.

1.6. La società, in conformità delle norme applicabili e degli impegni contrattuali assunti con i terzi, si impegna a divulgare nelle forme opportune e nei limiti di ragionevolezza a tutti i destinatari sia interni che esterni alla Società, i principi contenuti nel Codice, rendendo le disposizioni di quest’ultimo per quanto possibile (e nei limiti della ragionevolezza), parte integrante degli accordi tra la Società e i terzi.

1.7. La Società in buona fede adotterà tutte le ragionevoli misure volte a favorire il rispetto delle norme e prescrizioni del Codice Etico.

2 AMBITO DI APPLICAZIONE

2.1. Il Codice Etico è destinato a tutti gli esponenti aziendali (amministratori, sindaci e personale dipendente, tra questi a titolo esemplificativo ma non esaustivo, dirigenti, quadri, impiegati), e a tutti i collaboratori esterni (consulenti, revisori, ecc.) della Società. Quest’ultima adotterà tutte le misure giuridiche e fattuali per comunicare e per quanto possibile rendere vincolante il Codice per i destinatari di quest’ultimo nel rispetto della disciplina normativa, contrattuale e dei CCNL applicabili.

2.2. La Società adotterà tutte le misure più ragionevoli affinché una condotta in linea con i principi contenuti nel Codice Etico venga tenuta dai fornitori, partner d’affari, nonché da tutti coloro che, direttamente o indirettamente, intrattengano rapporti di qualunque genere con la Società.

3 L’ATTIVITÀ DI EIGHT TWENTY

3.1. Eight Twenty S.r.l. è una software house multinazionale specializzata nel supporto, alle aziende nel passaggio verso un ufficio digitale ed una condivisione ottimizzata delle informazioni. Il team di Eight Twenty è formato da un team di professionisti altamente qualificati, la cui forza è nell’immediatezza, ma soprattutto nell’attenzione alle esigenze e alle richieste del committente.

3.2. Eight Twenty ha scelto di affidarsi a partner che condividono i nostri punti di forza che vanno dall’efficienza alla flessibilità, dall’adattabilità alla cooperazione, dall’integrazione tra sistemi alla scalabilità, per citarne alcuni.

3.3. La Eight Twenty ha una rete di partner selezionati e qualificati per soddisfare le necessità dei clienti, anche quelli più esigenti. Competenze specifiche ed una continua formazione sono gli elementi che garantiscono un servizio di qualità e tempi ridotti di implementazione. L’azienda non solo forma i suoi partner, ma collabora attivamente con loro per soddisfare le esigenze dei clienti, erogare servizi e creare nuovi progetti, offrendo soluzioni sempre più innovative.

3.3. La Società, svolgendo un servizio puntuale e sicuro, si propone come obiettivo, sia la soddisfazione dei propri clienti, sia lo svolgimento del servizio al più elevato standard di efficienza e sicurezza del settore, avendo come fine, nei limiti delle proprie competenze e spazi di intervento, di operare in modo sinergico con le imprese terze.

3.4. Altro obiettivo principale della Società consiste sia nel perseguire gli interessi di redditività a favore dei soci, operando un’attenta valutazione dei costi e delle opportunità, sia nel garantire il rispetto degli individui nel posto di lavoro, sia nell’imporre un’etica del lavoro e di gestione che passi attraverso il rispetto della legalità e delle buone prassi di comportamento.

4 LA SINTESI DEI VALORI DELLA SOCIETÀ

4.1. L’insieme dei valori della Società si sintetizza nei seguenti propositi: i) essere un centro di eccellenza nel servizio al cliente e nelle soluzioni offerte, garantendo puntualità, sicurezza ed efficienza in modo da interagire sinergicamente con tutte le attività di digitalizzazione e organizzazione aziendale; ii) rappresentare un’azienda competitiva e profittevole; iii) essere uno dei posti migliori in cui lavorare.

CREAZIONE DI VALORE PER IL CLIENTE

4.2. Le soluzioni fornite devono essere percepite dai clienti come un’occasione in più per ricevere un servizio ai più alti standard internazionali di mercato a costi competitivi, possibilità alla portata di Eight Twenty che ha una consolidata esperienza nel settore.

QUALITÀ NEL SERVIZIO AL CLIENTE

4.3. Il livello di qualità delle soluzioni fornite, combinata ad efficienza nell’erogare il sevizio deve essere allineato a quello imposto dai rigorosi standard nazionali e ai presupposti che hanno consentito alla Società di ottenere le certificazioni di qualità o di avviare le procedure di accreditamento per nuove certificazioni.

COMPETENZE

4.5. Le competenze sono la condizione chiave di successo, e vanno principalmente parametrate anche sulle esigenze delle singole funzioni operative per assicurare risultati complessivi di valore. Le capacità individuali, quali, affidabilità, senso di responsabilità, attenzione alla sicurezza, rispetto delle regole, delle procedure e dei protocolli operativi, innovazione e capacità di lavorare in team, vanno di volta in volta incrementate e migliorate.

OSSERVANZA DELLE NORME

4.6. L’attività di Eight Twenty è ispirata al più scrupoloso rispetto delle norme di legge applicabili, delle disposizioni regolative di settore quali, a titolo esemplificativo, quelle sull’anticorruzione – Dlg. 231/91, le regole sull’osservanza della privacy – dei regolamenti interni, delle regole della concorrenza, delle buone pratiche tecniche e amministrative e dei principi e delle regole espresse nel Codice. In nessun caso il perseguimento dell’interesse può giustificare una condotta difforme dalle norme sopra richiamate.

COMPETITIVITÀ

4.7. Eight Twenty attua un confronto continuativo con il mercato (clienti, concorrenti, fornitori) al fine di migliorare costantemente la propria offerta, ricercare il miglior rapporto qualità/prezzo dei propri servizi e ottimizzare il proprio posizionamento di mercato e la soddisfazione dei clienti. Resta inteso che la Società vieta qualunque comportamento non conforme alla disciplina posta a tutela della concorrenza.

MARGINI

4.8. Eight Twenty persegue la redditività dei singoli progetti/servizi che devono essere coerenti con gli obiettivi aziendali, di bilanciamento tra l’interesse dei clienti ad ottenere servizi di qualità al miglior prezzo di mercato e quello della Società e dei soci di quest’ultima, di conseguire un adeguato ritorno sul capitale investito.

ATTENZIONE AI COSTI

4.9. La Società è sempre stata gestita con forte attenzione ai costi. La responsabilizzazione individuale, l’eliminazione dell’inutile, l’ottimizzazione dei processi e delle soluzioni tecnologiche adottate, con una tensione continua al contenimento dei costi, sono elementi fondamentali di sana gestione. La Società è tenuta, nei limiti del ragionevole e tenuto conto delle esigenze operative, a procedimentalizzare i processi decisionali relativi a spese superiori a un certo importo.

PRODUTTIVITÀ

4.10 L’attività di Eight Twenty è legata sia all’erogazione di servizi, sia allo sviluppo di soluzioni per i Clienti. Tale attività si basa su persone la cui professionalità costituisce un valore importante. Eight Twenty favorisce le attività di formazione e crescita professionali delle proprie risorse umane.

RISPETTO DELL’ AMBIENTE

4.11. Eight Twenty opera nel pieno rispetto della vigente normativa in materia di tutela ambientale e di sicurezza del lavoro. In alcun modo il perseguimento della redditività può condurre la Società a non ottemperare agli adempimenti normativi vigenti e di conseguenza a generare danni ambientali a discapito proprio, dei propri dipendenti e della collettività. I propri dipendenti sono tenuti al puntiglioso rispetto dei manuali operativi e di sicurezza adottati dalla Società.

5 REGOLE DI GESTIONE DELLA SOCIETÀ

LA RILEVANZA DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI

5.1. Eight Twenty favorisce la corretta selezione del personale e la crescita di quest’ultimo sia con la formazione, sia soprattutto con l’esperienza maturata nell’ambito dello svolgimento delle mansioni assegnate. Lo sviluppo delle competenze, attraverso l’esperienza sul campo e attività quali la formazione e la rotazione delle stesse all’interno della Società, deve essere il criterio che, conformemente con le esigenze della Società, sta alla base della gestione delle risorse umane.

VALORIZZAZIONE DEL MERITO

5.2. La crescita interna delle risorse in termini di ruolo deve essere basata sul merito, con regole e processi di valutazione chiari e trasparenti che, partendo da criteri per quanto possibile misurabili dei risultati, tende a considerare il contributo di ognuno al successo complessivo dell’attività svolta. Per questo, nel rispetto delle competenze assegnate, vanno comunque valorizzati anche idee, suggerimenti e iniziative promosse dai dipendenti a tutti i livelli.

5.3.1. La chiara definizione di standard di valutazione e di obiettivi indicati al dipendente devono rappresentare una costante che deve assistere il dipendente durante il suo percorso lavorativo.

5.3.2. Devono escludersi processi valutativi basati esclusivamente su criteri discrezionali.

SPIRITO DI SERVIZIO

5.4. Il successo è di tutti. Ciò richiede spesso di lavorare per gli altri, valorizzare e far crescere i talenti, aiutare nell’ottica di contribuire al meglio al successo del percorso intrapreso, con una forte capacità di lavorare in team.

KNOW HOW

5.5. Il capitale di conoscenze ed esperienze è della Società, oltre che dei singoli. Come tale deve essere disponibile per tutti, come elemento chiave per la crescita delle competenze e per l’efficienza degli interventi.

QUALITÀ

5.6. La qualità non è solo diretta ai clienti ma deve essere un criterio che informa l’attività di ciascuno in ogni aspetto dell’attività svolta a favore o comunque in nome della Società.

NON DISCRIMINAZIONE

5.7. La non discriminazione è un valore fondamentale. Comprendere e valorizzare le diversità (ad esempio, di sesso, orientamenti sessuali, di cultura, di competenze, di istruzione, di etnia, di religione) è una necessità che rafforza competenze, opportunità e in via generale il valore della Società.
Per questo lo abbiamo scelto come nome.

Perché il nostro lavoro è accendere la luce tramite idee che abbiano la capacità di arrivare lontano.

6 RAPPORTI INTERNI

RAPPORTI CON I DIPENDENTI

6.1. Il personale è assunto con contratti di lavoro che non si pongano in alcun modo in contrasto con le discipline lavoristiche e contributive di volta in volta applicabili. In nessun caso è tollerata una forma di rapporto irregolare ovvero elusiva della disciplina imperativa applicabile.

6.2. Il personale alle dipendenze della Società costituisce un fattore fondamentale per il successo di quest’ultima. Per tale motivo si tutela e promuove il valore delle risorse umane, al fine di conservare e sviluppare il patrimonio di competenze professionali possedute da ciascun dipendente-collaboratore, facendo in modo che le capacità e le legittime aspirazioni dei singoli trovino piena realizzazione nel raggiungimento degli obiettivi aziendali.

6.3. Eight Twenty si impegna ad offrire pari opportunità di lavoro a tutti i dipendenti sulla base delle qualifiche professionali e delle capacità di rendimento di ciascuno, senza alcuna ingiustificata discriminazione. Da ciò consegue che:

Eight Twenty, seleziona, assume, retribuisce e gestisce i propri dipendenti in base a criteri di merito e di competenza, senza alcuna discriminazione politica, sindacale, religiosa, razziale, di lingua e di sesso e di orientamento sessuale, nel rispetto di tutte le leggi, dei contratti di lavoro, dei regolamenti e delle direttive in vigore;

nella creazione e gestione dei rapporti contrattuali con i dipendenti, Eight Twenty assicura che, nelle relazioni gerarchiche che sono proprie dell’organizzazione aziendale, il potere di direzione sia esercitato con equità e correttezza, evitando ogni forma di abuso;

il sistema premiante e il sistema delle carriere aziendali sono basate sulle competenze e sulle capacità dei dipendenti oltre che sui risultati conseguiti nell’espletamento della propria attività lavorativa;

Eight Twenty garantisce l’integrità fisica e morale dei suoi dipendenti e collaboratori, assicurando condizioni di lavoro rispettose della dignità personale e conformi alle normative ambientali e di sicurezza applicabili;

Eight Twenty tutela altresì la privacy dei propri dipendenti, secondo le norme vigenti in materia, impegnandosi a non comunicare né diffondere, fatti salvi gli obblighi di legge, i relativi dati personali senza previo consenso dell’interessato. Resta inteso che la email aziendale assegnata a ciascun dipendente non va usata per comunicazioni personali e che ciascun dipendente va informato del fatto che per esigenze operative è possibile che gli account di posta possano essere resi in tutto o in parte accessibili ad altri dipendenti per finalità di natura operativa.

6.4. Il personale dipendente deve osservare le seguenti regole:

deve essere evitata ogni situazione o attività che contrasti con il corretto adempimento dei propri compiti o che possa condurre a conflitti di interesse con l’azienda o che possa interferire con la capacità di assumere decisioni imparziali, nel migliore interesse della Società; ciò si applica anche ad attività che possano creare conflitti in materia di diversità ( ad esempio, sesso, orientamento sessuale, cultura, abilità, educazione, etnia, religione ), che non devono essere utilizzati in modo discriminatorio.

ogni dipendente deve rispettare e salvaguardare i beni di proprietà della Società (o di cui la Società a qualunque titolo disponga) nonché impedirne l’uso fraudolento o improprio. Particolare attenzione va prestata alle aree relative ai depositi, magazzini o altri luoghi ove sia presente materiale infiammabile; si applicheranno per tali aree i più elevati standard di sicurezza impiegati nel mercato. Particolare attenzione va anche osservata per l’accesso in aree pericolose o comunque riservate esclusivamente al personale autorizzato; su tali aree va impedito qualunque accesso non autorizzato dei dipendenti e di terzi. L’utilizzo dei beni della Società da parte dei dipendenti deve essere funzionale ed esclusivo allo svolgimento delle attività aziendali o agli scopi autorizzati dalle funzioni interne preposte;

ogni dipendente deve operare conformemente a quanto previsto dalle politiche di sicurezza aziendali, al fine di non compromettere la funzionalità e la protezione dei sistemi informatici. In particolare, ciascun dipendente che abbia accesso ai sistemi informatici della società, deve custodire la propria password e deve adottare tutte le cautele volte a salvaguardare la stabilità e inviolabilità della rete aziendale, utilizzando con cautela l’accesso a siti esterni tramite internet.

deve essere evitata qualsiasi attività che contrasti con il corretto adempimento dei propri compiti o che possa nuocere agli interessi, alla reputazione e all’immagine della Società.

6.5 . Comportamenti tra dipendenti sul luogo di lavoro:

Eight Twenty pretende che nelle relazioni di lavoro non venga dato luogo a molestie, intendendo come tali:

la creazione di un ambiente lavorativo avverso/ostile o di emarginazione nei confronti di un singolo lavoratore o di gruppi di lavoratori;

l’intralcio o indebita interferenza nelle prospettive di lavoro altrui condotti per meri motivi di competitività personale

la subordinazione di decisioni lavorative rilevanti per il destinatario all’accettazione di favori sessuali;

le molestie sessuali in genere quali gli atti, i comportamenti e le allusioni che possano in qualunque modo turbare la serenità del destinatario.

6.6. Ogni dipendente è tenuto a mantenere riservate le informazioni apprese nell’esercizio delle proprie funzioni in conformità alla legge sulla privacy di volta in volta applicabile, alle norme poste a tutela della concorrenza; in particolare è tenuto a:

acquisire e trattare solo i dati necessari e opportuni per lo svolgimento dei compiti affidatigli;

acquisire e trattare i dati stessi solo all’interno di specifiche procedure;

conservare i dati stessi in modo che venga impedito che altri non autorizzati prendano conoscenza di questi ultimi;

comunicare i dati stessi nell’ambito di procedure prefissate e/o su esplicita autorizzazione dei superiori;

assicurarsi che non sussistano vincoli alla divulgabilità delle informazioni, con particolare riferimento a informazioni riguardanti i terzi collegati alla Società da un rapporto di qualsiasi natura;

non utilizzare, a proprio beneficio, o a divulgare a terzi, notizie e informazioni riservate di cui sia venuto a conoscenza nello svolgimento della propria attività lavorativa.

6.7. La Società provvederà a fornire a ciascun dipendente adeguate informazioni sulle regole della legge sulla privacy di volta in volta applicabili e sulle eventuali riforme a tale legge che possano avere un impatto sulle regole da seguire nello svolgimento delle specifiche mansioni affidate. Verranno effettuati dei corsi in merito per attestare e riconfermare il livello di conoscenza di tutti i dipendenti.

6.8. Ciascun dipendente è tenuto all’osservanza di tali obblighi anche dopo la cessazione del suo rapporto di lavoro, come disciplinato nell’NDA firmato all’inizio della costituzione del rapporto lavorativo (cioè per almeno un anno dalla cessazione del rapporto lavorativo).

6.9. Ogni dipendente, è tenuto a:

astenersi dal compiere operazioni che impattano sul business aziendale, in caso di legami personali e/o interessi di ogni genere con gli interlocutori di Eight Twenty, deferendo la decisione in materia al proprio superiore gerarchico e all’Organismo di Vigilanza;

dare comunicazione preventiva all’Organismo di Vigilanza in caso di possibile accettazione di nomine e incarichi in altre organizzazioni, in concorrenza con l’attività svolta in Eight Twenty;

devono essere evitati il ricorso ad un linguaggio di basso livello e commenti inappropriati che possano recare offesa alla persona;

ogni dipendente deve collaborare a creare un clima ambientale in cui tutti i colleghi si sentano bene accetti ed incoraggiati al raggiungimento dei propri obiettivi.

6.10. Le disposizioni di cui ai punti precedenti sono estese, in quanto applicabili, anche ai collaboratori esterni di Eight Twenty.

7 RAPPORTI CON GLI AMMINISTRATORI E I SINDACI

7.1. I componenti degli organi societari devono conformare la propria attività ai principi di correttezza e integrità, astenendosi dall’agire in situazioni di conflitto di interesse nell’ambito dell’attività da loro svolta in ambito aziendale.

7.2. Ai componenti degli organi societari è inoltre richiesto un comportamento ispirato ai principi di autonomia, di indipendenza e di rispetto delle linee di indirizzo societarie nelle relazioni che essi intrattengono, per conto di Eight Twenty, con le Istituzioni pubbliche e con qualsiasi soggetto privato.

7.3. E’ richiesta agli amministratori e ai sindaci la partecipazione assidua e informata all’attività di impresa, ottenibile attraverso il Consiglio di Amministrazione; essi sono tenuti a fare un uso riservato delle informazioni di cui vengono a conoscenza per ragioni di ufficio e non possono avvalersi della loro posizione per ottenere vantaggi personali, diretti o indiretti; ogni attività di comunicazione deve rispettare le leggi e le linee di condotta adottate dalla Società e deve essere volta a salvaguardare le informazioni riservate e il segreto industriale.

7.4. Gli obblighi di lealtà e riservatezza vincolano tali soggetti anche successivamente alla cessazione del rapporto con la Società.

8 RAPPORTI CON I SOCI E CON IL GRUPPO

8.1. Attraverso una strategia di sviluppo equilibrato e una gestione consapevole dei rischi, che comprenda anche la salvaguardia dell’autonomia gestionale, Eight Twenty vuole realizzare un’adeguata remunerazione del capitale sociale e l’incremento del patrimonio aziendale, favorendo, nel rispetto dell’autonomia patrimoniale e gestionale della Società, sinergie a livello di gruppo.

9 RAPPORTI ESTERNI

9.1. Gli organi sociali e il personale devono tenere un comportamento improntato alla massima correttezza e integrità in tutti i rapporti con persone ed enti esterni all’azienda. Non sono ammesse in alcun modo l’offerta o la ricezione di regali, doni, denaro, omaggi e altre utilità verso e da chiunque abbia o miri ad avere rapporti di affari con la Società, salvo quelli di valore modesto e puramente simbolico. In caso di dubbio se sia un regalo di valore modesto o meno, si prega di informare l’Organismo di Vigilanza.

10 RAPPORTI CON I CLIENTI

10.1. In adesione al presente Codice Etico, Eight Twenty manifesta una costante sensibilità e propensione al soddisfacimento dei bisogni della propria Clientela, impegnandosi sempre a offrire ai Clienti servizi di elevato standard qualitativo e a condizioni competitive.

10.2. La professionalità, la competenza, la disponibilità, la rapidità di risposta, la correttezza, la trasparenza e la cortesia sono i principi guida della relazione tra Eight Twenty e i suoi Clienti. La Società si astiene in ogni caso dal compiere o tollerare pratiche di corruzione, favori illegittimi, comportamenti collusivi, sollecitazioni, dirette o attraverso terzi, di vantaggi personali di qualsiasi genere, indipendentemente dall’importanza dell’affare trattato.

10.3. La relazione con i clienti è altresì improntata al reciproco rispetto dei principi etici.

10.4. Eight Twenty è tenuta a garantire la riservatezza, la sicurezza e la protezione delle informazioni in proprio possesso non divulgando dati economici e di altro genere che riguardano i Clienti, fatti salvi gli obblighi di legge. In particolare, tutti i dipendenti e collaboratori coinvolti nel processo, in ogni sua fase, devono attenersi alle procedure aziendali in tema di gestione della sicurezza delle informazioni. Nei rapporti con la committenza la Società assicura correttezza e chiarezza nelle trattative commerciali e nell’assunzione dei vincoli contrattuali, nonché il fedele e diligente adempimento degli stessi.

10.5. Nei rapporti con i Clienti tutti i collaboratori sono tenuti a evitare le situazioni in cui possano manifestare conflitti di interesse e ad astenersi dall’avvantaggiarsi personalmente di opportunità di affari di cui sono venuti a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni. Può determinare conflitto di interessi l’accettazione di denaro o favori da persone o aziende che sono o intendono entrare in rapporti di affari con la Società.

10.6. È fatto altresì divieto particolare di:

distribuire omaggi e regali o altre utilità al di fuori di quanto previsto dalla prassi aziendale e dal presente Codice;

riconoscere compensi in favore di collaboratori esterni che non trovino adeguata giustificazione in relazione al tipo di incarico da svolgere e alla prassi vigente in ambito locale.

10.7. La Società, nel rispetto del presente Codice nonché di policy e di procedure interne, valuta attentamente la congruità e l’eseguibilità delle prestazioni richieste, con particolare riguardo alle condizioni normative, tecniche ed economiche, facendo rilevare tempestivamente, ove possibile, le eventuali anomalie che possano compromettere la qualità della prestazione resa, in rapporto alle prestazioni attese dai Clienti.

11 RAPPORTI CON I FORNITORI E PROFESSIONISTI ESTERNI

11.1. In adesione al presente Codice Etico, i medesimi principi che vengono applicati alle relazioni intrattenute con i clienti, devono caratterizzare i rapporti commerciali attivati da Eight Twenty con i propri fornitori e consulenti.

11.2. Le politiche di acquisto di beni e servizi di Eight Twenty hanno come obiettivo quello di assicurare efficaci ed efficienti processi di approvvigionamento e di controllo dei prodotti approvvigionati attraverso procedure snelle atte ad assicurare il soddisfacimento dei requisiti dell’azienda ed in grado di fare ottenere a Eight Twenty il massimo vantaggio competitivo (ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo per ciascuna fornitura).

11.3. L’economicità e la profittabilità sono perseguite nel rispetto di principi etici che vietano di conseguire il massimo vantaggio competitivo, usando fornitori che non siano in linea con gli stessi principi dichiarati da Eight Twenty.

11.4. I comportamenti dei fornitori devono essere ispirati al Codice Etico vigente, che, nei limiti del ragionevole, viene portato a loro conoscenza (anche in forma sintetica) all’atto della stipula dei contratti.

11.5. Salvo che la specifica fornitura o servizio non lo consenta, la Società, nei limiti del possibile sceglierà i propri fornitori e consulenti sulla base di una comparazione competitiva, salvo che i tempi e i costi di una procedura di confronto competitivo siano più elevanti del prevedibile beneficio di tale confronto.

12 RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

12.1. Per Pubblica Amministrazione si intendono gli enti pubblici, le società miste pubblico/privato e gli enti privati che esercitano un’attività in regime di concessione amministrativa (o subconcessione), ovvero che svolgono, per conto dello Stato, servizi pubblici.

12.2. In adesione al presente Codice Etico, come già dichiarato nell’ambito dei rapporti tra Eight Twenty e i suoi Clienti, anche nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, tutti i collaboratori sono tenuti a evitare le situazioni in cui possono manifestare conflitti di interesse e ad astenersi dall’avvantaggiarsi personalmente di opportunità di affari di cui sono venuti a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni.

12.3. Possono determinare conflitto di interessi, in aggiunta a quanto previsto nei rapporti con tutti gli altri Clienti, le seguenti situazioni:

svolgere una funzione di vertice (amministratore delegato, consigliere, responsabile di funzione) e avere interessi economici con Clienti e fornitori della Pubblica Amministrazione (possesso di azioni, incarichi professionali, ecc.);

curare i rapporti con enti della Pubblica Amministrazione per conto di Eight Twenty, eccedendo il mandato conferito.

12.4. Nel partecipare a gare e a procedure competitive in genere per l’aggiudicazione di concessioni, sub-concessioni o a procedure a evidenza pubblica di qualunque genere, in Italia e all’estero e nel corso delle attività per la gestione dei bandi di gara o studi di fattibilità di offerte complesse, o in caso di partecipazione a raggruppamenti temporanei di impresa, si applicano i principi di condotta e le regole di riservatezza previsti per tutti gli altri Clienti (cfr: par. 6.1).

12.5. In aggiunta a quanto previsto per tutti gli altri Clienti di Eight Twenty, è fatto divieto particolare di:

effettuare elargizioni in denaro a pubblici funzionari;

distribuire omaggi e regali al di fuori di quanto previsto dalla prassi aziendale e dal presente Codice Etico. In particolare è vietata qualsiasi forma di regalo a funzionari pubblici italiani ed esteri o a loro familiari, che possa influenzare l’indipendenza di giudizio o indurre ad assicurare un qualsiasi vantaggio per la Società;

accordare altri vantaggi di qualsiasi natura (quali ad es. promesse di assunzione) in favore di rappresentanti della Pubblica Amministrazione che possano determinare o indurre vantaggi per la Società;

presentare dichiarazioni non veritiere a organismi pubblici nazionali o comunitari al fine di conseguire erogazioni pubbliche, contributi o finanziamenti agevolati;

destinare somme ricevute da organismi pubblici nazionali o comunitari a titolo di erogazioni, contributi o finanziamenti per scopi diversi da quelli cui erano destinati;

di condizionare indebitamente persone che rivestano il ruolo di testimoni in processi civili, penali, amministrativi e tributari ove la Società o gli amministratori e dirigenti di quest’ultima abbia un interesse diretto o indiretto.

13 RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI E LE AUTORITÀ COMPETENTI

13.1. Eight Twenty collabora con le Autorità Pubbliche, dando piena e scrupolosa osservanza alle disposizioni da queste ultime emanate, assicurando pieno accesso alle informazioni richieste dagli organi di regolazione nelle loro funzioni ispettive e ampia collaborazione nel corso delle procedure istruttorie.

14 RAPPORTI CON L’AUTORITÀ GIUDIZIARIA

14.1. La Società sta in giudizio nella persona dei suoi legali rappresentanti, che la rappresentano con lealtà e trasparenza, avvalendosi di legali competenti e di spiccata onestà deontologica. In nessun modo, l’importanza della causa potrà giustificare l’esercizio diretto o indiretto di indebite pressioni (in qualsiasi forma esercitate o tentate) volte ad indurre l’Autorità giurisdizionale a favorire la Società nella decisione della vertenza. Altresì in nessun modo la Società dovrà indurre i propri dipendenti, collaboratori, partner, Sindaci e Revisori a non rendere dichiarazioni o rendere dichiarazioni mendaci all’autorità giudiziaria. Tali prescrizioni operano anche nei rapporti con le Autorità amministrative indipendenti ovvero degli organi dotati di poteri pubblici che svolgano attività di regolazione, monitoraggio e controllo sulle attività svolte dalla Società.

15 RAPPORTI CON I PARTITI, I SINDACATI E LE ALTRE ASSOCIAZIONI

15.1. Eight Twenty non finanzia partiti e organizzazioni sindacali, i rappresentanti o candidati di questi ultimi, in Italia e all’estero, né effettua sponsorizzazioni di congressi o feste che abbiano un fine di propaganda politica e/o sindacale. Si astiene da qualsiasi pressione diretta o indiretta a esponenti politici e sindacali.

15.2. Eight Twenty può comunque aderire alle richieste di contributi limitatamente alle proposte provenienti da enti e associazioni dichiaratamente senza fini di lucro e con regolari statuti e atti costitutivi, che siano di elevato valore culturale o benefico e che coinvolgano un elevato numero di cittadini, o abbiano comunque un’ampia ricaduta sul territorio o nel settore nel quale opera la Società.

15.3. Nell’erogazione di tali liberalità Eight Twenty presta comunque attenzione verso ogni possibile conflitto di interessi di ordine personale o aziendale. Tali erogazioni vanno comunicate all’Organo di Vigilanza di cui al Decreto.

16 RAPPORTI CON GLI ORGANI DI INFORMAZIONE E PUBBLICITÀ

16.1. Le comunicazioni di Eight Twenty verso l’ambiente esterno devono essere veritiere, chiare, trasparenti, non ambigue o strumentali; esse devono essere coerenti, omogenee e accurate, conformi alle politiche e ai programmi aziendali.

16.2. Nei casi di partecipazione a convegni e congressi, di redazione di articoli e pubblicazioni in genere, così come di partecipazioni a pubblici interventi, le informazioni fornite relativamente alle attività, risultati, posizioni e strategie di Eight Twenty, verranno divulgate nel rispetto delle procedure stabilite per il trattamento delle informazioni riservate.

16.3. La pubblicità della Eight Twenty deve essere informata da criteri di trasparenza, piena comprensibilità e completezza. Si intende per pubblicità l’utilizzazione per fini di promozione commerciale di qualunque strumento di divulgazione del messaggio, tra questi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la televisione nelle sue varie piattaforme, la radio, i siti web, i giornali e i periodici cartacei ovvero on-line. Qualunque attività pubblicitaria deve essere conforme alle norme di cui al D.Lgs 145/2007 e al D.Lgs 146/2007.

17 RAPPORTI CON LA CONCORRENZA

17.1. Eight Twenty individua nella crescente concorrenza che caratterizza i mercati in cui opera, lo stimolo al costante miglioramento della qualità dei servizi offerta alla clientela, improntando i propri comportamenti di natura commerciale ai principi di lealtà e correttezza.

18 SISTEMA DI GOVERNO SOCIETARIO

18.1. Eight Twenty adotta un sistema di governo societario conforme a quanto previsto dalla legge e dalle buone pratiche amministrative. Tale sistema è orientato alla massimizzazione del valore per i soci, al controllo e alla prevenzione dei rischi d’impresa, alla trasparenza nei confronti del mercato, al contemperamento degli interessi legittimi di tutti i soggetti coinvolti dall’attività della Società (ad esempio soci, creditori, clienti).

19. SEGNALAZIONI DI VIOLAZIONI

19.1. I destinatari del presente Codice Etico sono tenuti a informare tempestivamente l’Organismo di Vigilanza quando vengano a conoscenza di violazioni anche solo potenziali del presente Codice.

19.2. La Società, al fine di facilitare le segnalazioni e comunicazioni da parte degli esponenti aziendali (Amministratori, Sindaci, e personale dipendente) e dei collaboratori esterni (consulenti, revisori, ecc.), ha attivato un’apposita casella di posta elettronica riservata all’Organismo di Vigilanza: odv@eight-twenty.com; ( indirizzo email soggetto a variazioni )

19.3. In ogni caso, la Società si impegna, anche con la collaborazione dell’Organismo di Vigilanza, affinché coloro che hanno effettuato le segnalazioni non siano oggetto di ritorsioni, discriminazioni o, comunque, penalizzazioni, assicurando, quindi, la adeguata riservatezza di tali soggetti (salvo la ricorrenza di eventuali obblighi di Legge che impongano un contegno in tutto o in parte derogatorio rispetto alle disposizioni di cui al presente articolo 19.3)